Trovare clienti o attirare nuovi clienti? Ecco come acquisire clienti nuovi senza mettersi a cercare clienti.

Cercare clienti, acquisire clienti, trovare clienti, attirare clienti… Gira che rigira, come fanno i ristoranti ad avere nuovi clienti? Devono cercarseli o farsi trovare?

La Cena degli Sconosciuti si rivolge ad un target vasto, tutti potenziali clienti per i ristoranti, singles, persone sole, persone che vogliono socializzare, etc..

I ristoratori che vogliono acquisire nuoviclienti hanno diverse vie da seguire, possono mettersi a cercare clienti, facendo sconti, utilizzando le fidelitycard, spendendo cifre astronomiche per la pubblicità, pagando i cosiddetti p.r. o…. attirare clienti!

Quindi, come attirare clienti nuovi ed aumentare il fatturato?
Come avere nuovi clienti spendendo zero in pubblicità?

Bisogna che siano i nostri potenziali clienti a parlare di noi, bisogna che si crei un passaparola, bisogna presentare un prodotto per cui valga la pena venirci a trovare!

Da diversi anni la Cena degli Sconosciuti permette ai locali di farsi trovare dai clienti.

Infatti non saranno i ristoranti a dover cercare clienti nuovi ma saranno i nuovi clienti a trovare i ristoranti.

Questo perchè il nostro sito web è visitatissimo dai singles in cerca di feste ed eventi per socializzare, i ristoranti inseriti nel nostro circuito beneficiano di un’ottima vetrina sul web e di un prodotto invidiato da tutti!

Il circuito della Cena degli Sconosciuti.

Aderire al nostro circuito è semplice e veloce!
Ed anche economico…

Non perdere tempo! Se devi aumentare i clienti, offri un prodotto ricercato, entra nel circuito della Cena degli Sconosciuti!

****

Contattaci per maggiori informazioni indicandoci:

Nome del locale
indirizzo e città
sito web
tipologia locale
recapito telefonico

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Nome Locale

Sito web locale

Contatto telefonico

Il tuo messaggio

Accetto le Condizioni di utilizzo e la Politica relativa alla Privacy*

Condividi nei tuoi social
Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on Twitter